Vi accenno brevemente all'esito della seconda edizione della Coppa Pacioli, da voi generosamente sostenuta e sponsorizzata anche quest'anno.

A dispetto di un numero esiguo di squadre partecipanti (42 studenti in tutto), anche quest'anno direi che la manifestazione è stata un successo. Fra l'altro alla fine i gadget da parte dell'Ateneo (le USB) sono arrivati, il che ha permesso di lasciare a tutti i ragazzi qualcosa, al di là naturalmente della bella esperienza e di tutto il materiale informativo sul Mensa e su altre realtà legate alla gara.
Coppe e medaglie sono state sicuramente molto gradite anche quest'anno ed anche quest'anno mi sono ritagliato un po' di spazio (più dell'anno scorso) per parlare ai ragazzi (e agli insegnanti, perché no) del nostro Mensa.
La gara è stata vinta dallo Scientifico di Macerata, che l'anno scorso era stato ripescato per accedere alle fasi finali di Cesenatico; in quell'occasione non brillò particolarmente né ad Urbino né a Cesenatico, ma trovò le energie per crescere e quest'anno ad Urbino ha realizzato un punteggio di tutto rispetto anche a livello nazionale (almeno per i dati a mia disposizione).
Questo per me è stato un segnale molto forte, un segnale che qualcosa si è mosso e si sta muovendo. L'entusiasmo di questi ragazzi (alcuni dei quali c'erano anche l'anno scorso) ha dimostrato che, anche in una zona un po' spenta per quanto riguarda manifestazioni di questo genere, è possibile crescere molto velocemente se c'è la volontà di farlo.
Grande festa anche per l'ITIS di Urbino, anch'esso qualificato (e per un ITIS è ovviamente non banale, soprattutto visto che concorreva contro tutti Licei Scientifici).
Insomma, entusiasmo generale che spero sarà contagioso nei prossimi anni, non solo per la Coppa Pacioli in sé, ma anche per far capire agli insegnanti quanto possano essere importanti stimoli del genere per ragazzi dotati.

Vi abbraccio tutti e vi ringrazio ancora una volta per il sostegno dato alla Coppa Pacioli.

A presto,
Devis Abriani